Pazienti affetti da parodontite e pulizia profonda dei denti

Pazienti affetti da parodontite e pulizia profonda dei denti

La parodontite è uno stato infiammatorio causato da batteri che può avere gravi conseguenze sulla dentatura.
Quando c’è un’infiammazione, che non viene trattata in modo tempestivo ed adeguato, i tessuti che sostengono il dente si deteriorano fino alla completa distruzione. Questo causa la mobilità del dente stesso e, nei casi peggiori, la sua caduta.

Per questo è fondamentale un piano di trattamento che preveda una pulizia profonda dei denti, che viene effettuata più spesso e in modo diverso rispetto a quella tradizionale.

Come viene effettuata la pulizia profonda dei denti nei pazienti con parodontite?

La pulizia profonda dei denti prevede che si lavori molto più in profondità sotto la gengiva, con strumenti ad ultrasuoni con punta sottilissima, molto più sottile rispetto a quella utilizzata nelle pulizie dei denti tradizionali.
Lo specialista, per una corretta pulizia si avvale anche di strumenti manuali come le cuvette e al termine della seduta utilizza un colluttorio specifico che può prescrivere anche per l’igiene quotidiana.
Proprio per la profondità del trattamento, la seduta si effettua generalmente in anestesia locale.
Anche la frequenza con cui vengono effettuate le sedute è diversa rispetto a pazienti con una dentatura sana e, generalmente, si ripetono ogni 4 mesi, con prescrizione del medico.

Nei casi in cui la salute della bocca sia già compromessa o quando sono presenti patologie cardiache, il medico può prescrivere una terapia antibiotica da effettuare prima della seduta.

Come evitare lo sviluppo della parodontite?

Lo strumento migliore, per evitare di incorrere in uno stato di danneggiamento dei tessuti e dei denti, è la prevenzione.
Una visita annuale dal dentista fin dalla tenera età è fondamentale per una bocca sana!